sono al buio e penso hachette

agosto 13, 2010 § 39 commenti

Sono all’inferno, mi annoio. Ma ho anche paura.
Da questa spiaggia, in questa spiaggia vedo un’Italia che fa paura. Mostri senza occhi. Mi guardo intorno e nessuno restituisce il mio sguardo. In nessuno riconosco sgomento, domanda, dubbio. Volti vuoti di desiderio di chi ha tutto, privi di vita. Bambini bruciati. Non dal sole, ma nello spirito.

Questa gente che domina Milano più della madonnina e Torino più della mole, dall’alto di rendite acquisite che l’hanno resa classe dirigente senza bisogno di leggere altro che Gazzetta e Chi, Focus e biografie di Bruno Vespa, questa gente è un virus per il quale non ho più difese immunitarie.
Ne sono certa, loro sono il bene del paese. Io ho sbagliato tutto. Perché sono come loro ma mi vergogno.

Il cinismo non mi salva più, la mia arroganza non basta più, ho bisogno di un’arma di difesa dalla massa ma non riesco a costruirla con i pochi pezzi di plastica rotti che questo mare sporco deposita ai miei piedi. Mi sento isolata e accerchiata. Ho una saliva acida che non riesco a sputare. Mi corrode le parole in gola prima di parlare.

Muta, ma non sorda né cieca, sento che mi sto smaterializzando in un mondo di parole lette, dette, ascoltate, inviate, scritte, cancellate e inutili, spreco di fiato. Leggere, il mio scudo di sempre, mi fa paura, mi sembra di allontanarmi sempre di più dalla terra, dalla mia pelle, dalla mia pancia. Ho bisogno di carne, fiato, carezze. Sono circondata da manichini.

Donne che parlano di asili e prenotazioni di voli per la sardegna, uomini che parlano di niente, tristi, ignoranti, frustrati, depressi. Mi resta solo questo? Devo sceglierlo tra questi il mio principe azzurro e tra queste l’amica del cuore? Qual’è la mia colpa se questa è la punizione? F. mi scrive: sono su un’isola al centro di un bidet, non smetto di litigare con lui. Qual’è la sua colpa se questa è la punizione?

Mi annoio. Guardo l’Italia attraverso le proposte Hachette per l’autunno. Ho paura.

Rosari.

Scopri la Natuta e gli uccelli.

Costruisci il Panzer Tiger.

I Santini di Gesù e Maria.

Fiat Story Collection (ma, delusione, si ferma prima di Pomigliano e di Termini Imerese).

Penne da leggenda.

Facilmente perline.

Trattori da collezione.

Soprattutto trattori.

 
 
 
 

Voglio camminare nuda per il mondo.

Annunci

Tag:,

§ 39 risposte a sono al buio e penso hachette

  • […] Link fonte:  sono al buio e penso hachette « Elena (quella di Londra) […]

  • vipero ha detto:

    Il buon Maurizio Battista sulle raccolte Hachette ci basa i suoi spettacoli…

    Però è anche colpa nostra, che famo pe’ cambià ‘sta situazione?

  • Cris ha detto:

    Ti sei dimenticata di citare i fighetti che viaggiano in prima classe, chi colleziona orologi, quelli con le macchine “grosse” (ovviamente comprate rubando agli operai della Fiat) e quelli che collezionano soldatini (che questo é un delitto grave, come costruirsi un panzer o un trattore: si sa il modellismo è il male dell’Italia, pensa se invece di collezionare kit di carri armati leggessimo tutti i libri seri e colti che leggi tu…) e infine chi prenota voli, altro male dell’Italia, giacchè solo la “classe dirigente” (sic) può farlo. I poveri no.

    Goderti la vacanza no? Forse staresti meglio.

  • Xam ha detto:

    Dì a F. che la sua colpa è semplicemente essersi trovata uno con il quale non smette di litigare e che la portata in un’isola al centro di un bidet… e forse, la tua colpa non è scegliere il posto sbagliato, restare nel posto sbagliato lamentandosi del posto sbagliato?

  • vipero ha detto:

    che c’è di male nel modellismo? l’accuratezza della ricostruzione impone un serio studio storico.
    Dare aria ai denti, pure questo è un male se si ha l’alito cattivo.

  • vipero ha detto:

    ah ho letto di fretta, non avevo colto l’ironia. ma comunque sempre dare aria ai denti rimane, ecco.

    • Cris ha detto:

      Ah, anche tu contro i modellisti?

      • vipero ha detto:

        no. io modellista convinto.

        • Cris ha detto:

          Bene, allora anche tu rientri nella casistica sopra citata. Mi sento già meglio. Siamo in due.

          Che fare il modellista (siano panzer o trattori) alla blogger fa specie, siamo tutti tristi, ignoranti, frustrati, depressi se ci compriamo i kit in edicola….

          (domanda: io che compro anche il vintage su ebay… oltre che le serie -meravigliose!- che vendono in edicola…. sarò forse anche un pò classe dirigente, fascista, che rubo agli operai di Pomigliano -che bloccano i carrelli impedendo ai compagni di lavorare- perchè spendo un pò di più? Mah.)

          • vipero ha detto:

            frena fratè. io il modellista lo faccio per conto mio e non spendendo 1000€ in due anni dietro alle serie Hachette.
            tzè.

            • Cris ha detto:

              Eh, ma “fratè” tu se sei modellista vero dovresti sapere che il modding richiede pezzi sacrificabili e cosa melgio di certe riproduzioni hachette da cannibalizzare? Mica mi fotto i pezzi Airfix da collezione! Quelli l’ultima volta all’asta che ho tenuto a Hong Kong mi hanno fruttato qualche bigliettone da 1000!

              ps: io 1000€ li spendo in un kit. Per la cronaca.

              fratè

  • elena ha detto:

    mi raccomando, l’ultimo chiuda le finestre e la porta e consegni le chiavi al portiere

  • Cris ha detto:

    Sarà fatto, non vorrei che la puzza uscisse….

  • lorenzo ha detto:

    E’ tristissima la mia vita.
    Io Ti ammiro molto, davvero, e quando non sono corrisposto piango come un vero uomo.

    • elena ha detto:

      se dico che mi fai un po’ paura vale lo stesso? paura è un po’ come stima, no?
      comunque ho deciso di dare un taglio al periodo snob.
      ho dato un taglio alla cattiveria, adesso tocca allo snobismo.
      da ultimo daremo un taglio al clitoride e poi sarò una donna perfetta.

      • Cris ha detto:

        Non serve tagliare nulla.
        Non serve neppure essere perfetti.
        Servirebbe magari smettere di giudicare sempre gli altri sulla base di quello che leggono in una spiaggia o se comprano un modellino o se hanno il Rolex.
        Fare sempre di tutte le erbe un fascio è sbagliato. Che ne sai tu di quella gente? Tu cosa fai di meglio per poterti permettere dall’alto della tua poltrona di stigmatizzare una persona che decide di comprare il modellino di un trattore in edicola o un Rolex in gioielleria?
        Queste sarebbero cose da discutere, l’odio che pervade sempre i tuoi scritti verso chi ha idee, modi di essere e di esistere diversi da quelli che tu ritieni, secondo te, quelli giusti.
        Io cercherei di guardare oltre le apparenze, il mare non porta solo plastica, ma anche finissimi pezzettini di conchiglie bellissime.

        • elena ha detto:

          “Il giudizio è legittimo”.
          Io giudico certo male e malamente, ma bisogna imparare a giudicare.

          • Cris ha detto:

            Ma dov’è che dicono che si giudica la gente dalle apparenze? Che si sputano sentenze a casaccio *sull’intelligenza degli altri* in base alle loro scelte? Tu confondi giudizio con sputtanamento, trai conclusioni affrettate, guardi la superficie e scrivi poemi su cose che non hai studiato, ne indagato, non sai nulla di chi é entrato in edicola a comprarsi un modellino, come ti permetti di giudicarlo?

            E’ come l’altra volta. Stessa storia, sfiori la superficie di una cosa e trai già tutta una serie di sentenze e giudizi, campati su una impressione, che valgono solo per te, pretendendo invece che siano la realtà delle cose.

            Questo non é giudizio…é approssimazione.

            Entra nelle cose, ragionaci sopra… poi eventualmente *se* anche fosse giusto (ma se lo dice Pasolini allora *tu* ritieni sia giusto: altro modo di *non* ragionare con la propria testa) allora i tuoi giudizi avranno modo di essere quantomeno discussi.

            Scrivere per riempire un post, offendendo la gente che fa delle scelte diverse dalle tue mi pare davvero penoso.

            • Cris ha detto:

              Poi scusa, é davvero di cattivo gusto pubblicare link a youtube.
              Sforzati almeno di esprimere le tue ragioni.

              Non affidare ad altri le tue risposte.
              E’ di un arroganza incredibile.

              • simo ha detto:

                grazie. ne avevo bisogno. :-)

              • simo ha detto:

                peccato che però, quando cerchi di andare a fondo per capire il perchè dell’atteggiamento bovino delle persone, trovi solo mancanza di capacità critica, invidia, determinata volontà di tirare giù anche chi vola in altri cieli. desideri ancestrali di chi non vuol soffrire, ma anche ignoranza e incapacità genetiche. preferirei essere come loro, dovrei combattere solo la lotta per la sopravvivenza, e non quella per la sublimazione.

  • andreaC ha detto:

    nuda con un filo di perline… a Dil piaceresti.

    • elena ha detto:

      Perline bianche trovate in fondo al mare dalle mani curiose di un bambino, ora arrotolate sul mio braccio.
      Fino alla fine di agosto non voglio indossare altro.

  • dilaudid ha detto:

    tu mi leggi dentro andrea

  • andreaC ha detto:

    lo so, amico mio… :)

  • dilaudid ha detto:

    a cosa sto pensando adesso?

  • Agostino Peloso ha detto:

    Fata volentem ducunt, nolentem trahunt

  • ms.spoah ha detto:

    Finalmente sono riuscita a leggere questo post.
    Velvet ha detto ma-aaaa-o.
    Non riesco a darle torto.

  • elena ha detto:

    io pensavo più ad un animale femmina bipede.
    Il ragno porta guadagno, li ho tenuti tutti in vita e sono in rosso con il conto. Stanotte ho sognato un ragno enorme con le piume arcobaleno che mi voleva saltare addosso, forse per ammmmmore. Che sia la volta buona che divento ricca?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo sono al buio e penso hachette su ecudiélle.

Meta