un amuleto di plastica è pur sempre amuleto

febbraio 14, 2011 § 4 commenti

.
Accelera all’improvviso e poi rallenta ma non si quieta mai, il vento in cui viaggio e mi porto accanto ricordi inventati, quotidianità inferme, la caffettiera appena imparata.
Ma nessun oggetto è vero, transeunti icone che non mi descrivono, niente pronuncia la mia presenza, il mio arrivo, la mia partenza, chi sono, chi voglio essere.

Case come bombe a orologeria, implode un’altra bolla, stacco i piedi da terra, si riframmentano e disperdono i reiterati svuotamenti in cui mi perdo, mi nascondo, mi trovo, un po’ inventata, un po’ raccontata, donna con la valigia, cacciatrice di autobus, fatica di riacchiapparmi ancora una volta per i capelli, paura di restare e voglia di smettere di scappare.
Completando tessere punti, stratificando gesti in tentativi di abitudine, coltivando verdi perenni.

O più semplicemente, più lentamente, facendomi io casa e accasata, risposta senza domanda, disegno incompleto.

Annunci

§ 4 risposte a un amuleto di plastica è pur sempre amuleto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo un amuleto di plastica è pur sempre amuleto su ecudiélle.

Meta