continue ranting indefinitely, then fade and look sheepish

febbraio 23, 2011 § 14 commenti

.
Ancora niente sole. Solo acqua in tutte le direzioni, da sotto, tirata a secchiate dalle ruote degli autobus che si tuffano nelle pozzanghere e mi sorprendono sempre; da sopra e tutto intorno, sottile aerosol gelido che respingo invano con nuvole di fiato caldo.

Ho pensato che tra il tipo che vedo ogni tanto per “questioni di lavoro”, e quello della sala mensa la cui identità mi sfugge ma non mi sfuggono gli occhi blu, forse mi sto esponendo troppo al rischio di rimettermi a inseguire le chimere, le brame dello specchio, la testa contro il muro.

Perché anche se faccio finta che no, anche se provo a odiare meno le donne, resto una rana congelata in uno stagno di fango che ringhia contro il nulla come un chupacabra in gabbia.

Tanto, quando arriva, a me la primavera non piace, con il suo buonismo botanico, lo sforzo contro natura di mostrare le gambe scoperte, così bianche da essere azzurre, viola, gialle. E il freddo di sera e il caldo di giorno. Io in primavera non indosso mai vestiti adeguati

Annunci

§ 14 risposte a continue ranting indefinitely, then fade and look sheepish

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo continue ranting indefinitely, then fade and look sheepish su ecudiélle.

Meta