mandala

marzo 24, 2011 § 17 commenti

 
Per una serie di eventi che mi scivolano addosso, mi trovo a puntare lo sguardo lì dove so che fa più male, lì dove torcono nodi vivi e dolori affamati, mortiferi e avvilenti, vermi che si agitano in un secchiello di plastica rosso, graffiato dalla sabbia degli anni.

Oltre lo spessore di schifo c’è la possibilità di dire “no, non mi piace, grazie” ma non prima, in superficie. In superficie c’è solo la paura, viscida pellicola dello specchio che riflette uno sguardo cieco verso la sagoma vuota, mantra e maledizione di morte di madre aggrappata ad un palo della luce in uno tsunami di vita, di risate, di bambine, di figlie.

Il negativo di questa negazione stampa un’immagine piena.
Il passato è un mandala di margherite da ripercorrere senza dolore.

Annunci

§ 17 risposte a mandala

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo mandala su ecudiélle.

Meta