pseudo-cioran (o anti-lacan, a seconda)

maggio 19, 2011 § 6 commenti

 
È possibile che le parole siano il nostro esilio e il silenzio la nostra casa?
 
 
 
 

Annunci

§ 6 risposte a pseudo-cioran (o anti-lacan, a seconda)

  • guss ha detto:

    Una scurrile mestizia che insudicia
    e scortica – lapide laida – mentre
    Fedi ignifere ignifere Utopie
    s’infossano rugghiando in fogne
    lubrìche e limose, escrementi
    di lugùbri euforie.

    Trafitti dalla vita,
    spurgati da abomini che dirompono,
    reclusi in fracida torre, murati
    vivi. Nulla ti scarcera e nessuno.

    Die Frist ist um. Aneli ancora al Tempo
    che smania tracce del Fare, del Dire,
    conati immani e malinconici
    all’Essere, angustie fiere, salvifiche
    bufere? Dopo tante frodi

    e imposture, conforta contemplare
    un mendico: coltiva
    la sua spoliazione
    – tu dici – condizione della sua
    libertà. Egli – è se stesso e dura.

  • gary coopo ha detto:

    non mi toccate Cioran eh?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo pseudo-cioran (o anti-lacan, a seconda) su ecudiélle.

Meta