esclusiva

maggio 31, 2011 § Lascia un commento

Non ho ricevuto email che mi annunciano progetti di vita.
Conosco la storia della volpe e dell’uva. L’uva è matura e dolce. Ma non è per me da mangiare, non è da toccare, non è da guardare.
Non quella almeno. Dolce che non nutrirebbe.
Ho questa, amara e disponibile e obbligatoria come una medicina.

Avevo pensato a una gonna rossa con le margherite e a scarpe rosse, altissime.
Sarà più adeguato un giallo verde, giallo piscio, giallo bile.
E una faccia con lineamenti appena sbozzati nel legno della carne. Una cosa a metà, troppi dettagli senza una storia.

Che cosa è successo? Cosa ho fatto succedere?
Sono cazzi tuoi ma soprattutto sono cazzi.

Siamo progettati per costruire senso quando dolore e noia svuotano tutto, lasciando spazio per le storie.
Un po’ leggo, un po’ scrivo la storia dei dettagli sconnessi. Quando sono fortunata me la faccio raccontare anche se non sempre mi piace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo esclusiva su ecudiélle.

Meta