niente come il raggiungimento di un obiettivo può mostrarci che non siamo chi crediamo di essere

giugno 6, 2011 § 4 commenti

 
Mi sono morsa un labbro così forte che ho incassato di qualche micron il canino superiore, il labbro tumefatto e sbilenco. Sexy nel suo turgore deforme, bloccato in una smorfia tra il voglioso e lo schifato.

Confusione, illusione, delusione. Mi hai mandato un messaggio che non era diretto a me e se era diretto a me sarebbe stato meglio se fosse stato diretto a qualcun’altra. Mi sono chiesta per sei mesi perché accetto di vederti e di tollerare il tuo narcisismo repressivo, il tuo bisogno di usare qualunque cosa ti capiti intorno, inclusa me, per confinare te stesso ad un ruolo definito dal tuo super-ego essenzialista affamato di fissità che sostieni con una dieta di intimidazioni.

Mi piace farmi massacrare, in molti modi. Ma negare no, non mi piace farmi negare. Io sono viva. Di te non so.

Annunci

§ 4 risposte a niente come il raggiungimento di un obiettivo può mostrarci che non siamo chi crediamo di essere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo niente come il raggiungimento di un obiettivo può mostrarci che non siamo chi crediamo di essere su ecudiélle.

Meta