ininstabile in spostamento

novembre 8, 2011 § 2 commenti

 
Mi dicono che, per capire se si è destri o sinistri (prima che sinistrati) sullo snowboard, si usi farsi dare una spinta a sorpresa da dietro. Il primo piede che appoggi d’istinto per ritrovare l’equilibrio, è quello giusto, quello che devi tenere avanti sulla tavola. L’istinto cerca equilibrio nella stabilità.

A pallavolo invece, ho imparato oggi, quando stai in ricezione e ti prepari a correre in avanti per prendere palle corte, è meglio mettere avanti il piede dell’instabilità. Perché il piede dell’instabilità ti tiene scomodo, ti fa ricordare di muoverti, di non fissarti, di non piantarti lì. Il corpo si agita e resta all’erta.

Lo sai tu che sapore ha un acino d’uva farcito di peperoncino?

Fare ciò che sembra la scelta meno plausibile. E trovarsi di là. Dove c’è sempre una cosa diversa.

Annunci

§ 2 risposte a ininstabile in spostamento

  • Giacomo ha detto:

    Si, ma a pallavolo l’hai imparato giocando o ti ha citofonato direttamente Velasco?
    Metafore a parte, che tipo d’uva, sultanina?
    Scusa, oggi solo domande, costano meno.

    Cia’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo ininstabile in spostamento su ecudiélle.

Meta